Parrocchia di San Paolo Vercelli
Parrocchia di San Paolo Vercelli

Indirizzo

Via S. Paolo, 1  

13100 Vercelli

Italia

Contatti

Se volete contattare direttamente don Osvaldo Carlino, potete farlo ai seguenti riferimenti:

email: osvcarli@gmail.com

telefono: 0161-257670

Oppure potete compilare il modulo che troverete cliccando QUI

Dove Siamo

il contatore ha completato due giri.

i contatti sono dunque 200.000 più quelli attuali

domenica 29 settembre 2019

ventiseiesima domenica del tempo ordinario

dal vangelo secondo Luca

«C’era un uomo ricco, che indossava vestiti di porpora e di lino finissimo, e ogni giorno si dava a lauti banchetti. Un povero, di nome Lazzaro, stava alla sua porta, coperto di piaghe, bramoso di sfamarsi con quello che cadeva dalla tavola del ricco; ma erano i cani che venivano a leccare le sue piaghe.
Un giorno il povero morì e fu portato dagli angeli accanto ad Abramo. Morì anche il ricco e fu sepolto. Stando negli inferi fra i tormenti, alzò gli occhi e vide di lontano Abramo, e Lazzaro accanto a lui. Allora gridando disse: “Padre Abramo, abbi pietà di me e manda Lazzaro a intingere nell’acqua la punta del dito e a bagnarmi la lingua, perché soffro terribilmente in questa fiamma”.
Ma Abramo rispose: “Figlio, ricòrdati che, nella vita, tu hai ricevuto i tuoi beni, e Lazzaro i suoi mali; ma ora in questo modo lui è consolato, tu invece sei in mezzo ai tormenti. Per di più, tra noi e voi è stato fissato un grande abisso: coloro che di qui vogliono passare da voi, non possono, né di lì possono giungere fino a noi”.
E quello replicò: “Allora, padre, ti prego di mandare Lazzaro a casa di mio padre, perché ho cinque fratelli. Li ammonisca severamente, perché non vengano anch’essi in questo luogo di tormento”. Ma Abramo rispose: “Hanno Mosè e i Profeti; ascoltino loro”. E lui replicò: “No, padre Abramo, ma se dai morti qualcuno andrà da loro, si convertiranno”. Abramo rispose: “Se non ascoltano Mosè e i Profeti, non saranno persuasi neanche se uno risorgesse dai morti”». 
 (Lc. 16, 18-31)

 

  • c’era un uomo ricco che ogni giorno si dava a lauti banchetti… O Padre, non risulta che il ricco epulone fosse malvagio. Era semplicemente uno spensierato che badava solo a se stesso. Aiutaci ad avere occhi e cuore buoni per vedere chi è nella difficoltà. Ti Preghiamo

 

  • un povero di nome Lazzaro stava alla sua porta coperto di piaghe… O Padre, Gesù ci dice che i poveri li avremo sempre con noi. Dacci la forza di non chiudere gli occhi davanti alle loro necessità ma di soccorrerle con generosità. Ti Preghiamo

 

  • …un giorno il povero morì e fu portato vicino ad Abramo. Morì anche il ricco e fu sepolto.... O Padre, la morte è il destino di tutti, nessuno escluso. Fa che accettiamo questo passaggio inevitabile e ci presentiamo al tuo giudizio con il cuore libero dal peccato. Ti preghiamo

 

  • hanno Mosè ed i profeti. Ascoltino loro O Padre, la nostra salvezza eterna è legata all’ascolto della tua parola. Fa che essa sia da parte nostra trasformata in modi di vita conformi alla tua volontà. Ti preghiamo

 

Stampa Stampa | Mappa del sito
© Parrocchia di San Paolo in Vercelli - Realizzato da Luca Costanzo